Home » Dichiarazioni » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Torri: “Trovo sgradevole che Paulo Sousa sarà in tribuna per Porto-Roma”. Austini: “C’è stato un confronto abbastanza acceso negli spogliatoi dell’Olimpico. Di Francesco era avvelenato e qualche giocatore ha risposto. Questa scena ha convinto i dirigenti a riunirsi immediatamente ed a prendere coscienza di una situazione delicata”. Rossi: “E’ da un mese che la Roma gioca peggio rispetto al passato, ci sono sempre stati alti e bassi, ma ora ci sono più bassi”

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Torri: “Trovo sgradevole che Paulo Sousa sarà in tribuna per Porto-Roma”. Austini: “C’è stato un confronto abbastanza acceso negli spogliatoi dell’Olimpico. Di Francesco era avvelenato e qualche giocatore ha risposto. Questa scena ha convinto i dirigenti a riunirsi immediatamente ed a prendere coscienza di una situazione delicata”. Rossi: “E’ da un mese che la Roma gioca peggio rispetto al passato, ci sono sempre stati alti e bassi, ma ora ci sono più bassi”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, Puntata di lunedì 4 marzo 2019, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Piero Torri (Il Romanista, Tele Radio Stereo), Matteo De Santis (La Stampa), Massimiliano Rossi (consulente marketing sportivo), Alessandro Austini (Il Tempo), Massimiliano Buzzanca (attore), Gabriele Conflitti, Margherita Bellecca e Alice Dionisi

Torri: “C’è mancato pochissimo che il derby cambiasse. Non ricordo parate di Olsen a parte l’ultima che si è perso la palla. Se il pallone di Pastore va dentro il derby cambia completamente. La Roma però ha giocato male e la Lazio ha meritato di vincere”. Rossi: “Alcune partite sono andate così: hai giocato male e poi sei riuscito a prendere i punti. E’ lo specchio della Roma dell’ultimo mese, se non da prima. E’ da un mese che gioca peggio rispetto al passato, ci sono sempre stati alti e bassi, ma ora ci sono più bassi”. Torri: “Dopo il primo tempo di Roma-Atalanta già stavamo dando le capocciate al muro, le problematiche e le carenze strutturali della Roma erano evidenti da inizio anno“. Austini: “Vai a vedere però la classifica dello scorso anno. Sei in corsa perché è un campionato con una quota molto bassa. Il problema di questa stagione è che non c’è una cosa in cui credere per esaltarsi. Lo scorso anno hai avuto un jolly della Champions League”. Buzzanca: “E’ un mantra per Di Francesco la frase “è un problema mentale”. Austini: “Ritengo Di Francesco una persona onesta, ma ha difficoltà ad ammettere la verità a volte”. 

Torri: “C’erano 70 milioni di euro in panchina nel derby”. Austini: “Non funziona proprio la Roma, giocano male per una serie di motivi. So che c’è stato un confronto abbastanza acceso negli spogliatoi dell’Olimpico. Di Francesco era avvelenato e qualche giocatore ha risposto. Questa scena ha convinto i dirigenti a riunirsi immediatamente ed a prendere coscienza di una situazione delicata“. Rossi: “Non è un problema di rosa corta”. De Santis: “La cosa trapelata, ma poi smentita, è che addirittura qualche dirigente della Roma non escludeva a priori che Di Francesco potesse dimettersi”. Austini: “Di Francesco deve prendere ancora 4 milioni di euro fino a fine contratto, io non farei mai il gesto delle dimissioni al posto suo. Con tutto il rispetto per la sua carriera, ma se viene esonerato riesce a trovare un’altra squadra che gli da 3 milioni di euro?”. De Santis:Di Francesco ha meritato il rinnovo, ma la scintilla fra il presidente e l’allenatore non c’è mai stata, perché il rinnovo è stato fatto praticamente per un altro anno”. 

Torri: “Faccio una provocazione. Io esonererei Di Francesco anche se la Roma dovesse passare il turno”. Torri: “Trovo sgradevole che Paulo Sousa sarà in tribuna per Porto-Roma. Non mi sta antipatico, lo considero un buon allenatore, ma tra le dichiarazioni e la presenza in tribuna me lo stanno facendo diventare antipatico”. Austini: “Ci sono affermazioni contrastanti, qualcuno di cui mi fido mi dice che Paulo Sousa non è più in corsa. Non ha senso prenderlo a marzo. Se scegli uno come lui, non mi pare una soluzione per tamponare. Credo che sia stato più Panucci a contattare la Roma che il contrario. Un nome che certamente è stato sondato qualche mese fa ed è ancora libero è Roberto Donadoni. Un pensiero, tempo fa, è stato fatto anche su Siniša Mihajlović”. Rossi: “Ci ha pensato anche Totti a Donadoni?”. Austini: “Con lui ci fu più di una polemica”.