Home » Dichiarazioni » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Austini: “De Rossi oggi ha parlato di Spalletti in termini positivi tirando anche una stoccata”. Biafora: “Lui voleva andare in difesa di Spalletti”. Ziantoni: “Non gli ho perdonato la scelta di Gerson a Torino”

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Austini: “De Rossi oggi ha parlato di Spalletti in termini positivi tirando anche una stoccata”. Biafora: “Lui voleva andare in difesa di Spalletti”. Ziantoni: “Non gli ho perdonato la scelta di Gerson a Torino”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di lunedì 04 dicembre 2017, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Filippo Biafora (Pagine Romaniste), Alessandro Austini (Il Tempo), Matteo De Santis (La Stampa), Gabriele Ziantoni (Teleradiostereo), Piero Torri (Il Romanista – Teleradiostereo), Alessio Nardo (Teleradiostereo), Lavinia Colasanto e Margherita Bellecca.

Austini: “De Rossi oggi ha parlato di Spalletti in termini positivi tirando anche una stoccata”. Biafora: “Lui voleva andare in difesa di Spalletti”. Torri: “Che Spalletti era un grande allenatore l’avevano detto un po’ tutti”. Ziantoni: “Ho grossa stima dello Spalletti tecnico ma non dell’uomo, do ragione a Ilary Blasi. Ha sfruttato la Roma per rientrare nel calcio che conta. Aveva già deciso dopo Inter-Roma 1-3”. Austini: “C’è grandissima malafede anche dall’altra parte, vecchie scorie coi giornalisti”. Nardo: “I risultati di Spalletti nella Roma non si possono discutere”. Torri: “Seconda giornata di campionato, Roma-Inter, VAR non utilizzato su rigore solare, credo che la classifica sarebbe diversa”. Lavinia legge le parole di Perotti su Spalletti. Ziantoni: “Non gli ho perdonato la scelta di Gerson a Torino”. Torri: “Dal punto di vista tecnico a Spalletti non gli puoi dire niente”. Nardo: “Allegri in due partite importantissime ha tenuto fuori Dybala che poi gli ha risolto le partite”. Austini: “Di Gerson sorprendono gli zero minuti giocati poi”. Torri: “Il più grande errore di Spalletti l’anno scorso è stato il cambio di Strootman a Cagliari e il cambio di Salah a Bergamo”. Biafora: “Mi ricordo che gli si diede del cretino quando fece la mossa Nainggolan-Pjanic”. 

Torri: “Tutte le chiacchiere sono stati di una ipocrisia che non gli perdono. A Natale mi ha detto che ne andava e mi disse che sarebbe andato via anche in caso di vittoria”. Austini: “Lo diceva anche dopo il girone da 46 punti”. De Santis: “C’è un dato di fatto, che movimenti ha fatto in quel mercato la Roma? Era stato mandato di vendere uno tra Manolas e Paredes per prendere Kessie”. Austini: “Sarebbe arrivato Ziyech secondo me”. Torri: “Il mercato in questa decisione c’entra”. Ziantoni: “Lui voleva l’Inter perché c’erano i cinesi dietro”. Lavinia legge le parole di Monchi dal sito Pagine Romaniste. Lavinia legge una grafica su De Rossi. Torri: “Non sentirà pressioni. Giocherà per far dimenticare Genova”. Ziantoni: “Ben vengano i derby in finale etc”. Austini: “Se non ci fosse stato quel derby la Roma sarebbe la stessa? Secondo me no”. Lavinia legge una grafica su quanti punti sono serviti alla Roma per passare.

Lavinia legge un messaggio su Manolas. De Santis: “Dal punto di vista strategico il rinnovo di Manolas è giusto”. Margherita pone una domanda a Torri su Juventus-Inter. Torri: “Vince la Juve”. Lavinia legge un altro messaggio su Under. Biafora: “Normale adattamento”. Austini: “Il primo tempo di Under non è stato male”. Margherita fa una domanda a De Santis su Strootman. De Santis: “Mi è piaciuto e sta progredendo. E’ piaciuto molto da regista”. Lavinia legge une grafica su quanto potrebbe incassare la Roma dalla Champions. Biafora: “Si legge in giro 20 milioni, non è così”. Austini: “Dipende da quante squadre italiane passano”. Lavinia legge una grafica sul ballottaggio Schick-Perotti. Torri: “Per me gioca Gerson domani con Perotti e Dzeko”. Austini: “Il dubbio vero è Kolarov”. Lavinia legge una notizia sulla Conferenza dei Servizi da Pagine Romaniste. Viene lanciata una grafica sui tifosi. Biafora: “Poco più di 30 mila. Il prezzo del biglietto incide sulla gente che va allo stadio”.