Home » NEWS » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Austini: “Ho visto un grande Pellegrini che in questo momento ha cambiato marcia alla squadra”. Torri: “Quella che dà a Florenzi è una grande palla”. Ruggeri: “I gol di Dzeko quest’anno sono di una qualità eccelsa”. De Santis: “Sente che al primo errore non arrivano fischi”

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Austini: “Ho visto un grande Pellegrini che in questo momento ha cambiato marcia alla squadra”. Torri: “Quella che dà a Florenzi è una grande palla”. Ruggeri: “I gol di Dzeko quest’anno sono di una qualità eccelsa”. De Santis: “Sente che al primo errore non arrivano fischi”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di lunedì 02 ottobre 2017, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Filippo Biafora (Pagine Romaniste), Piero Torri (Il Romanista – Teleradiostereo), Alessio Nardo (Teleradiostereo), Alessandro Austini (Il Tempo), Matteo De Santis (Giornalista), Lavinia Colasanto e Margherita Bellecca.

De Santis: “Ho letto le prime righe dei giornali “il Milan con l’onore””. Austini: “Il miglior Milan dell’anno, pensa gli altri. Se la Roma giocasse a Milano, col pubblico del Milan vincerebbe il campionato”. Ruggeri: “Dopo il 2-0 il Milan non ha toccato un pallone”. Torri: “La cosa più bella ieri tecnicamente è stato lo stop di tacco di Montella”. Austini: “Adoro Montella che in 11 partite contro la Roma non ha mai vinto”. Torri: “Ho paura che Montella sia in confusione, si affida a Borini e non a Suso e Bonaventura. La Roma ha lasciato a casa 100 milioni di brande”. Nardo: “Il mercato del Milan è stato fatto per ricreare entusiasmo che si era perso da anni. Non ha preso fuoriclasse e per costruire una squadra vincere di vuole tempo”. Torri: “Menomale che Kessie non l’ha preso la Roma”. Ruggeri: “Per il Milan ora col Cagliari è una vittoria clamorosa, non è come prima”. Lavinia legge una grafica su Nainggolan. Austini: “Si sta dando troppo importanza alla mossa Nainggolan su Biglia. Ho visto un grande Pellegrini che in questo momento ha cambiato marcia alla squadra”. Torri: “Quella che dà a Florenzi è una grande palla”. Ruggeri: “Ora Dzeko è un forte giocatore e anche decisivo”. Nardo: “E’ il miglior Dzeko da quando è a Roma”. Austini: “Ad un certo punto con Spalletti Dzeko è andato in panchina. Mai avuto un attaccante così tranne Batistuta e Dzeko”. Nardo: “Ieri ho avuto il timore che Dzeko sparisse dalla partita dopo il litigio, invece è cominciata la sua partita”. Nicoletti: “La crescita costante di Dzeko è data dai numeri, 23 gol su 25 partite nel 2017”. Austini: “Questo ha vinto due scudetti al City, a Fiumicino sono andati in 3 mila”. Ruggeri: “I gol di Dzeko quest’anno sono di una qualità eccelsa”. Nardo: “Spalletti rimproverava Dzeko perché aveva dei cali, quest’anno sta mettendo qualcosa in più”. Austini: “Ricordo Roma-Bayer, Dzeko la vince da solo”. Ruggeri: “Si è levato il mito che Dzeko segnava perché c’era Salah”. Torri: “Ma non può essere il contrario?”. Biafora: “Salah segna perché è forte”. De Santis: “Dzeko in questo periodo non ha alternative, sente che al primo errore non arrivano fischi”. Margherita domanda a Biafora sulla clausola di Pellegrini. Biafora: “La clausola di Pellegrini non mi preoccupa. Se lui avesse giocato un totale di partita questa clausola sarebbe salita”. Austini: “Vedo un futuro nella Roma per lui, romano e romanista”. Torri: “Ho goduto quando Romagnoli ha deviato il tiro di Dzeko. Bonucci fino ad ora disastroso”. Austini: “Si fanno ancora calcoli sulla clausola di Romagnoli, ancora?”. Torri: “Romagnoli ha delle qualità, è ’95”. Lavinia mostra una notizia sul VAR su Pagine Romaniste.

Austini: “Roma e Lazio sono le uniche due squadre senza VAR”. Nardo: “Quando ripenso al rigore contro l’Inter mi vengono le bolle. Io vorrei sapere da Orsato perché non ha detto a Irrati che fosse rigore”. Torri: “Probabilmente nel finale di partita c’era un rigore su Higuain ma quando Damato conferma quel rigore di spalla è la fotografia del calcio italiano”. Austini: “Devi valutare la volontarietà della gomitata, ieri quella di Lichtsteiner era volontaria, l’ha aspettato”. Torri: “Lichtsteiner doveva essere espulso e saltare tre partite”. Nardo: “Chi l’ha detto che le partite devono durate un tot?”. Biafora: “Poi ci sono stati 6 minuti di recupero”. Nardo: “Ieri abbiamo visto che anche se l’arbitro vede può prendere la decisione sbagliata”. Ruggeri: “Il mancato VAR su Perotti è lo stesso sul mancato VAR sul rigore della Juventus. E’ una situazione dubbia e nel dubbio non si va a vedere il VAR”. Austini: “Quest’anno è una sperimentazione. Ci saranno degli errori e in parte questo campionato verrà falsato”. Biafora: “La VAR sta subendo molte critiche, se su 100 casi ne corregge 90, non sarà meglio?”. Nardo: “Si crea un’atmosfera di pressione eccessiva attorno agli arbitri”. De Santis: “Dopo il rigore non dato su Perotti c’è stato anche un abuso del VAR”. Nardo: “Diamo la possibilità alle due squadre di dare delle chiamate”. Austini: “La squadra che sta criticando di più questa tecnologia è la Juventus”. Nicoletti: “Il VAR è in continuo divenire”. Lavinia legge una grafica sulle vittorie della Roma a Milano. Nardo: “4 vittorie consecutive a San Siro, tre di fila contro il Milan. La Roma in trasferta nel 2017 ha fatto 12 vittorie e 1 sconfitta”. Austini: “Si parla poco dei gol subiti. La Roma ha preso 4 gol in 6 partite, una delle migliori partenze”. Lavinia legge una notizia sull’imbattibilità su Pagine Romaniste. Nardo: “Sembra quasi normale che una squadra come la Roma faccia questi numeri in trasferta”. Torri: “C’era un rigore clamoroso su Dzeko al ’95 e non c’era la punizione di Muriel”. Nardo: “Manolas e Fazio sono stati fantastici”. Austini: “Se c’è una coppia che si abbina bene a Manolas-Fazio è Kalinic-Andrè Silva. Col Napoli sarà un test diverso”. Nicoletti: “La Roma è decima nella classifica di Serie A degli sponsor”.

Margherita fa una domanda a Torri su Alisson. Torri: “La Roma ha trovato il suo numero a lungo termine. A me non stupisce Alisson, mi ha sempre convinto”. Nardo: “E’ sempre tranquillo e trasmette la tranquillità ai suoi compagni”. Austini: “Fa sembrare facili le cose difficili”. Biafora: “La Roma ha un grande preparatore”. Austini: “Donnarumma è un fenomeno, anche se ieri sbaglia”. Torri: “Ha tutto per diventare un grande portiere, ora metto Alisson in porta”. Lavinia legge una grafica su Di Francesco e Spalletti. Austini: “5 punti in più alla sesta non sono niente male e ha avuto un brutto calendario”. Biafora: “Ora anche le altre avranno incontri importanti”. Austini: “I punti della Roma valgono di più”. Nardo: “A ottobre la Roma di Spalletti spiccò il volo”. Austini: “Chi fa 60 punti con quelle 10 squadra sta un passo avanti, la Roma ne ha affrontate 3”. Nardo: “Roma-Napoli non sarà decisiva ma molto indicativa. Loro sono la squadra più in forma”. Lavinia legge una notizia degli infortuni su Pagine Romaniste. Austini: “La Roma ha fatto la Juventus, tre giocatori sono tornati”. Lavinia legge una grafica sui calci piazzati della Roma. Austini: “Si stanno vedendo delle cose nuove come schemi”. Biafora: “Bellissima l’esultanza di Di Francesco durante il primo gol”.