Home » NEWS » Le PILLOLE de la Signora in Giallorosso – Austini: “La clausola per Di Francesco c’è e la devi pagare”. Biafora: “Vendere è una necessità”. Torri: “Salah è stato uno dei più criticati”

Le PILLOLE de la Signora in Giallorosso – Austini: “La clausola per Di Francesco c’è e la devi pagare”. Biafora: “Vendere è una necessità”. Torri: “Salah è stato uno dei più criticati”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di lunedì 05 giugno 2017, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Piero Torri (Teleradiostereo), Alessandro Austini (Il Tempo), Adriano Serafini (Il Tempo), Matteo Pinci (La Repubblica), Filippo Biafora (Pagine Romaniste), Alessio Nardo (Teleradiostereo) Eleonora Puglia e Lavinia Colasanto.

Nardo: “La Roma con il Sassuolo ha fatto moltissimi affari,  mi sembra strano questo suo comportamento con Di Francesco”. Austini: “Sì, ma la clausola esiste: se c’è la devi pagare”. Serafini: “Se la Roma non pagasse la clausola, secondo voi il Sassuolo pagherebbe 1,8 milioni di ingaggio per un allenatore che non utilizza? Secondo me il rapporto con Squinzi è finito”. Austini: “Ripeto: se la clausola c’è, va pagata. Poi è chiaro che la Roma provi a trattare, ma era già a conoscenza di questo cavillo”. Serafini: “Credo però che la Roma invece si sia imposta di non pagare clausole per gli allenatori”. Lavinia mostra una grafica in riferimento a Salah e al suo possibile sostituto. Austini: “La Roma non può permettersi di scegliere chi vendere, alla prima offerta che arriverà, la chiuderà”. Nardo: “Ma c’è anche l’aspetto tecnico a cui fare attenzione: Salah è perfetto per il 4-3-3 di Di Francesco”. Biafora: “Potrebbero esserci però delle novità tattiche come il 4-1-4-1”. Nardo: “Io per sostituire Salah non vedo Gomez: lui gioca a sinistra. Al posto dell’egiziano forse il nome migliore tra quelli proposti è quello di Berardi”. Torri: “Viene però da un campionato non molto positivo”. Pinci: “E allora è il momento giusto per acquistarlo”. Messaggio in studio: chi è il più sostituibile tra Rudiger, Salah e Manolas?. Serafini: “Salah”. Ruggeri: “Non puoi prendere nessuno che sia decisivo come lui”. Serafini: “E allora non lamentiamoci che ogni anno cambia il reparto difensivo”. Ruggeri: “Ma Salah è sempre il nemico numero uno per gli avversari: è un’arma letale”. Nardo: “Tu chi cederesti Massimo?”. Ruggeri: “Non lo so, ma il primo degli incedibili per me è Salah”. Torri: “Non capisco tutto questo attaccamento dei tifosi per l’egiziano: durante l’anno è stato sempre uno tra i più criticati”. Biafora: “Siamo d’accordo, ma vendere è una necessità”. Austini: “La Roma non può permettersi di scegliere: ha i suoi gioielli in vetrina, il primo che arriva se li compra. Questa è la situazione fino a che non sarà fatto lo stadio: non scandalizziamoci quando poi Pallotta dice che se non costruisce lo stadio entro il 2020 se ne va via”

Lavinia mostra una grafica con i giocatori di ritorno dai prestiti. Nardo: “Al di là di questi nomi, l’argomento Salah merita un approfondimento: bisogna capire chi sarà l’alternativa. La migliore forse sarebbe Schick, e la Roma se la sta lasciando sfuggire”. Biafora: “Schick non è prendibile per il cartellino: è impensabile pagare un giocatore 25 milioni quando l’anno prima lo avevi praticamente preso per 4 milioni”. Lavinia mostra una grafica sui riscatti che la Roma dovrà esercitare obbligatoriamente. Austini: “I 30 milioni che la Roma deve pagare però non sono reali: ci sono le quote di ammortamento da dover calcolare”. Ruggeri: “Riguardo a Massara invece? Rimarrà qui?”. Torri: “Massara andrà con Sabatini alle dipendenze del gruppo Suning”. Austini: “Non mi sorprende, hanno sempre lavorato insieme. Tra l’altro la Roma ha già scelto il sostituto che lavorerà con Monchi: è Nereo Bonato. Non lo conoscevo, ma me ne hanno parlato davvero molto bene”. Biafora: “Lui è uno degli artefici dell’impresa del Sassuolo in Europa League”. Austini: “Anche perchè avere gli occhi e le orecchie di Sabatini dentro Trigoria non sarebbe stato il massimo”. Pinci: “Però vale anche il rovescio della medaglia: se Massara parla con Sabatini, Sabatini parla con Massara, e questo poteva essere un vantaggio per Monchi”. Lavinia mostra una grafica sugli impegni estivi della Roma. Lavinia legge un messaggio in studio: “Anche quest’anno la Roma rimarrà senza sponsor?”. Biafora: “L’ho chiesto personalmente a Pallotta, non ci sono novità in questo senso. Questo è inaccettabile per una società come la Roma”. Serafini: “Forse le parole del presidente riguardo a Totti sono proprio in questo senso: ‘sponsorizzare’ la Roma”. Pinci: “Non credo che Totti voglia avere un ruolo di questo tipo”. Lavinia mostra la grafica sulle fasce dei sorteggi per la prossima Champions League. Serafini: “Sono 6 le squadre che fallendo garantirebbero alla Roma di scalare il ranking: sono molte, ma è davvero difficile che i giallorossi possano approdare in terza fascia”.