Home » NEWS » Le PILLOLE de la Signora in Giallorosso –Austini: “La Roma domani ha l’opportunità di invertire una tendenza”. Ruggeri: “L’Atletico è un ottima squadra ma la sensazione è che vada in difficoltà quando è costretta a vincere”

Le PILLOLE de la Signora in Giallorosso –Austini: “La Roma domani ha l’opportunità di invertire una tendenza”. Ruggeri: “L’Atletico è un ottima squadra ma la sensazione è che vada in difficoltà quando è costretta a vincere”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di lunedì 11 settembre 2017, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Piero Torri (Il Romanista – Teleradiostereo), Filippo Biafora (Pagine Romaniste), Alessio Nardo (Teleradiostereo), Alessandro Austini (Il Tempo), Matteo De Santis (Giornalista), Carlo Cancellieri (Allenatore), Lavinia Colasanto e Margherita Bellecca.

Lavinia Colasanto legge la grafica sul fumo della pipa di Gianfranco Giubilo. Nardo: “La Roma ha fatto un ottimo investimento con Karsdorp è un giovane tra i più promettenti in Europa. Il problema è stato non averlo per le prime tre partite”. Torri: “La Roma ha perso con l’Inter anche perché mancava il terzino destro”. Biafora: “Karsdorp negli allenamenti di oggi, durante gli scatti perdeva due metri rispetto ai compagni”. Austini: “E’ evidente che è indietro”. Nardo: “Non so quando potremo vedere il miglior Karsdorp, anche perché avrà problemi di adattamento”. Austini: “La Juventus per la partita del Camp Nou avrà gli stessi problemi della Roma“. Torri: “Vorrei che la Roma avesse Karsdorp il prima possibile, perché ha bisogno di un esterno destro di ruolo”. Nardo: “A sinistra hai un lungodegente come Emerson e una garanzia come Kolarov“. Austini: “A me preoccupa più la fascia sinistra”. Cancellieri: “La Roma non ha perso con l’Inter per il terzino destro. Spalletti ha vinto per molta fortuna, la Roma ha dominato”. Torri: “Gullit come allenatore è stato un disastro”. Austini: “Fazio e Juan Jesus fino al 70esimo avrebbero un voto altissimo”. Cancellieri: “Roma-Atletico sarà una partita interessante, tra l’altro sono stato a cena con loro. Ho parlato con Simeone. Di Francesco spero che abbia fatto una provocazione dicendo facciamo una battaglia, perché la Roma uscirebbe con  le ossa rotte”. Lavinia Colasanto legge una grafica su Di Francesco e Simeone. De Santis: “Per Di Francesco non è un primo esame qualsiasi, la Roma giocherà contro un avversario di livello internazionale. Sarà un test per capire di che pasta è fatta la sua Roma. Torri: “Il confronto tra gli allenatori è impietoso. Anche perché la Roma non  ha una grande tradizione in Champions. Mi auguro che Di Francesco ripeta l’ottimo esordio europeo fatto l’anno scorso con il Sassuolo, vincendo 3-0 con  l’Athletic Bilbao. Austini: “Non firmerei per il pareggio, la Roma non ha niente da perdere”. Biafora: “Io firmerei per il pareggio. Simeone ha ricordato Guardiola, dicendo che la Roma è una grande squadra e poi sappaimo come è andata. Torri: “Sono preoccupato dal fatto che la Roma possa perdere”. Lavinia Colasanto legge una grafica sul ballottaggio Florenzi-Bruno Peres. Torri: “La Roma ha molti terzini out”. 

Lavinia Colasanto legge una news dal sito pagineromaniste.com. De Santis: “Il programma è che questa sera i giocatori andranno a casa, avranno un coprifuoco, poi domattina si ritroveranno a Trigoria”. Austini: “L’ideatore del dormire in albergo è un’idea di Garcia. Perché sosteneva che il viaggio troppo lungo da Trigoria all’Olimpico fosse troppo lungo”. Cancellieri: “Io sono tradizionalista, il ritiro va sempre fatto. I giocatori fanno più squadra, il ritiro è sempre positivo”.  Torri: “Le squadre una volta si formavano in pizzeria, la sera prima della partita”. Austini: “Bonucci ieri ha capito di aver fatto una sciocchezza ad andare al Milan”. Nardo: “Era conscio della scelta”.  Torri: “Il Milan ha sottovalutato il fatto che la Juventus voleva cedere il giocatore, al di là delle liti interne di spogliatoio. Secondo me non è un campione“. Nardo: “Nella Roma il reparto fondamentale è il centrocampo, Strootman nella Roma vale dieci“. Austini: “Se Strootman non si fosse infortunato non sarebbe più un giocatore della Roma”. Cancellieri: “Paredes è un gran giocatore e non è un caso che sia finito allo Zenit di Mancini. La Roma però ha fatto un grande acquisto, Cengiz Under. E’ l’unico giocatore di qualità“. Biafora: “Kolarov è un giocatore di qualità”. Cancellieri: “Perotti è un giocatore che mi piace tantissimo, ma non è di qualità”. Nardo: “Al centrocampo della Roma manca creatività”. Torri: “Se Strootman torna da dieci la Roma acquisisce molta qualità, così come se dovesse esplodere Cengiz Under. Domani il turco potrebbe essere determinante, soprattutto se gli esterni dell’Atletico non saranno i titolari”. Lavinia Colasanto legge una grafica sui fatturati di Atletico Madrid e Roma. De Santis: “Significa che la Roma sta crescendoma c’è differenza con l’Atletico. Tra l’altro gli spagnoli sono stati aiutati da diversi fondi, accumulando debiti. Ora infatti ha il mercato bloccato. Il modello Atletico Madrid però nasce da molto lontano”. Nardo: “L’Atletico dal 2011 ha un’ossatura ben strutturata, con stesso allenatore e pochissimi cambi di giocatori”. 

Nardo: “L’assenza di Schick pesa. Lui sarà l’ago della bilancia della stagione della Roma”. Cancellieri: “O Di Francesco cambia modulo, o difficilmente potrà sfruttarlo al meglio. Io domani punterei su Defrel o Under, anche se sarebbe un po’ ardito”. Austini: “Domani l’arma in più sarà Dzeko“. Nardo: “Domani sarà fondamentale Dzeko: dovrà essere battagliero”. Torri: “L’Atletico azzecca sempre i portieri: dopo Courtois hanno preso Oblàk, complimenti al direttore sportivo. In generale, l’Atletico ti fa giocare male e questa è la sua arma principale. Io, fossi Di Francesco, punterei sul lato qualitativo e non su quello agonistico. Su quel piano, gli spagnoli sono imbattibili”. Biafora: “È è proprio quello che ha detto: ha detto che la Roma se la giocherà con le sue carte”. De Santis: “Di Francesco vuole la garra, ma seguirà la sua idea di gioco“. Biafora: “Oggi Pallotta si è visto con Zecca e Baldissoni in un ristorante al centro”. Austini: “Chissà cosa penserà domani Pallotta quando si siederà allo stadio e vedrà la maggior parte dei seggiolini vuoti”. Austini: “Pallotta non sbloccherà la situazione per il rinnovo di Manolas. Lui delega, difficilmente si è esposto in prima persona in queste situazioni. La situazione Manolas non è semplice”. Cancellieri: “Manolas non andava d’accordo con Spalletti. È rimasto a Roma perché crede in Di Francesco”. Austini: “Se Manolas non firma il contratto accetta il fatto di prendere meno di praticamente tutta la squadra”. De Santis: “Manolas è a scadenza 2019, come Florenzi”. Austini: “Il dato sulle sconfitte della Roma in Champions nasconde il fatto che tante squadra che ha incontrato sono top club. Ha deluso sicuramente, ma le avversarie erano spesso proibitive. La partita di domani è l’occasione di invertire la tendenza, per questo non firmo per il pareggio”. Cancellieri: “Invece il pareggio sarebbe d’oro per la Roma”. Ruggeri: “L’Atletico è una squadra molto forte, ma la sensazione è che vada in difficoltà quando è costretta a vincere“.