Home » Dichiarazioni » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Biafora: “La prima pietra del nuovo stadio era prevista per la stagione 2016-2017, dunque non credo Pallotta sia soddisfatto al 100%” Torri: “Olsen ha colpe sui due gol del Toro. Austini: “Se Dio ci fosse la Roma arriverebbe terza, in quanto una delle poche a rispettare le regole del fair play finanziario”

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Biafora: “La prima pietra del nuovo stadio era prevista per la stagione 2016-2017, dunque non credo Pallotta sia soddisfatto al 100%” Torri: “Olsen ha colpe sui due gol del Toro. Austini: “Se Dio ci fosse la Roma arriverebbe terza, in quanto una delle poche a rispettare le regole del fair play finanziario”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, Puntata di lunedì 21 gennaio 2019, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Piero Torri (Tele Radio Stereo, Il Romanista), Alessandro Austini (Il Tempo), Massimiliano Buzzanca (attore), Filippo Biafora (Pagine Romaniste), Gabriele Conflitti, Margherita Bellecca e Vanessa Ortiz

Torri: “Il mio primissimo ricordo della Roma è legato a Manfredini. All’epoca era consentito che lo stesso giocatore tirasse più rigori di una stessa serie. Lui ne segnò sei di fila in un derby“. Austini: “Mai come oggi ho pensato a quanto siano falsificate le competizioni. Il Milan ha Paquetà che non avrebbe potuto comprare. Me la prendo con tutte quelle società che continuano a fare da sponda alle grandi. Come è possibile che il Bologna riscatti Orsolini a 14 milioni? Lo fa solo perché la Juventus gli darà Spinazzola”. Torri: “Penso che però sia consentito, il problema sono le regole. Azzererei le regole. Ricordo una provocazione di Capello sul doping: aboliamo le regole e vediamo che succede. Da una parte sono orgoglioso della Roma, dall’altra parte vedo il Milan che prende a cifre altissime Paquetà e Piatek nonostante fosse sanzionato dal Uefa”. Austini:”Ditemi una mossa regolare del Milan. Se Dio ci fosse la Roma arriverebbe terza, in quanto una delle poche a rispettare le regole del fair play finanziario”. Buzzanca: “La classifica è anche frutto dei nostri errori sul campo, se avessimo fatto il nostro parleremmo d’altro. Di certo potevamo essere a questo punto della stagione sopra l’Inter”.

Torri: “Di Francesco ha fatto bene a dare fiducia  a kalrdrop, nonostante i suoi primi minuti. Sul palo centrato da Iago Falque il suo movimento è totalmente sbagliato.  Austini: “Karsdrop non è partito bene, poi si è sciolto e ha dimostrato di avere una progressione importante”. Torri: “La Roma non ha ancora risolto i problemi difensivi. nonostante le ultime vittorie. Olsen ha colpe sui due gol del Toro“.

Austini: “La Roma contro il Toro è stata recupera per la terza volta in campionato dal 2-0. Spero che il mister cambi qualcosa a Bergamo, ripartendo dall’analisi del match d’andata. Lo Schick attuale deve giocareTorri: “Florenzi alto è una soluzione in più da tenere in considerazione” Austini: “Zaniolo e Schick preferiscono giocare a destra, per questo credo vedremo El Sharawy a sinistra”. Torri: ” A Zaniolo gli piace giocare a pallone, spero continui con questo spirito anche in futuro per lui e la Roma.  Biafora: “La prima pietra del nuovo stadio era prevista per la stagione 2016/2017, dunque non credo Pallotta sia soddisfatto al 100%Austini: “Il distacco dall’Inter? Nove punti sono tanti, forse troppi per pensare al terzo posto”