Home » Dichiarazioni » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Austini: “Vediamo una partita per volta. La Roma delle prime tre partite non si porta a casa nessuna delle prossime sei”. Nardo: “Defrel lo scorso anno ha tante attenuanti visti gli infortuni e non ha giocato nel suo ruolo”. Manfridi: “La Roma in queste partite non si è mai espressa in maniera convincente”.

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Austini: “Vediamo una partita per volta. La Roma delle prime tre partite non si porta a casa nessuna delle prossime sei”. Nardo: “Defrel lo scorso anno ha tante attenuanti visti gli infortuni e non ha giocato nel suo ruolo”. Manfridi: “La Roma in queste partite non si è mai espressa in maniera convincente”.

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso Estate“, puntata di lunedì 03 settembre 2018, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Matteo De Santis (La Stampa), Filippo Biafora (Pagine Romaniste), Piero Torri (Il Romanista/TRS), Giuseppe Manfridi (Scrittore), Alessio Nardo (TeleRadioStereo), Alessandro Austini (Il Tempo) e Margherita Bellecca.

Torri: “Credo che la Roma possa fare filotto”. Austini: “Vediamo una partita per volta. La Roma delle prime tre partite non si porta a casa nessuna delle prossime sei”. Margherita legge una grafica sui gol degli ex. Nardo: “In questa giornata almeno c’è l’errore di Alisson. Defrel lo scorso anno ha tante attenuanti visti gli infortuni e non ha giocato nel suo ruolo”. Torri: “Non me ne faccio una ragione della cessione di Strootman per tempistica e per il messaggio che manda allo spogliatoio”. Austini: “Se Olsen va in porta con la maglia della Roma e percepisce che chi lo guarda lo considera uno scarso, come può rendere?”. Biafora: “Un conto sono le parole sui social, ma a Roma-Atalanta tutti hanno applaudito Olsen”. Austini: “Tutti i portieri sono stati seguiti anche da Savorani. L’ha comprato Monchi Olsen. E’ un ragazzo molto serio e vuole sempre imparare”. Torri: “Ha una postura delle braccia che è leggermente avanti alla linea delle spalle”.

Austini: “Le convocazioni ti fanno capire che cosa abbia a disposizione il CT della Nazionale. Il livello è talmente scarso che ha detto che qualcuno lo deve chiamare per forza”. Biafora: “Alcuni giocatori si sono lamentati per la convocazione di Zaniolo”. Torri: “Ha convocato Zaniolo perché Mancini ha in mente la palla che ha dato a Kean durante gli Europei U19. E’ rimasto affascinato”. Margherita legge una grafica sui moduli di Di Francesco. Manfridi: “La Roma in queste partite non si è mai espressa in maniera convincente”. Nardo: “E’ tutto legato ai risultati. Se fosse rimasto Strootman si doveva usare un 4-2-3-1. Al top è migliore il 4-1-4-1”. Austini: “Nel momento in cui quando non vince un contrasto, quando prendi tanti tiri penso che non c’è un problema modulo”. Margherita legge una grafica su Dzeko. De Santis: “Dopo l’Atletico Madrid lui diceva quasi che gli mancava Spalletti ed era dettata da motivi tattici. In questo mal di pancia c’entra qualcosa anche la cessione di Strootman”. Torri: “Nella Roma si era creata una chimica nello spogliatoio che funzionava”.

Margherita legge alcune dichiarazioni di Karsdorp. Austini: “Il Karsdorp di Feyenoord era sotto il radar di tutti gli scout. Bianda va in Primavera, preferiscono fargli fare qualche mese con loro”. Margherita legge una grafica su Fazio e Kolarov. Torri: “Entrambi, soprattutto Fazio, hanno una struttura fisica grossa”. Margherita legge una grafica su Di Francesco e il 4-3-3. Torri: “Proverei il 2-3-2-3”. Margherita legge una grafica sulla condizione fisica.