Home » Dichiarazioni » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Nardo: “Per me il Napoli ha qualcosa in più della Roma”. Biafora: “Se arrivi terzo o quarto non cambia molto”. Austini: “E’ un problema di testa: non è possibile che un giocatore è scarso e dopo due giorni diventa un fenomeno”

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Nardo: “Per me il Napoli ha qualcosa in più della Roma”. Biafora: “Se arrivi terzo o quarto non cambia molto”. Austini: “E’ un problema di testa: non è possibile che un giocatore è scarso e dopo due giorni diventa un fenomeno”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di giovedì 25 ottobre 2018, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Filippo Biafora (Pagine Romaniste), Alessandro Austini (Il Tempo), Alessio Nardo (TeleRadioStereo), Massimiliano Buzzanca (Attore), Gabriele Conflitti e Margherita Bellecca.

Austini: “In Italia c’è l’ossessione della difesa, allenare la testa in questo modo può aiutarti in Champions League”. Nardo: “Ci sono tante altre versioni della Roma. Anche in Champions League, in casa c’è un rendimento da Barcellona, ma fuori casa il contrario. 20 gol in 7 partite e 4 fuori casa, è una Roma troppo discontinua”. Biafora: “Di Francesco ha detto che non ci dorme la notte per cercare di capire il perché di questo andamento altalenante. In Champions League hai sofferto i primi minuti e poi ti sei inventato un’azione che non vedevamo da anni. L’azione del primo gol è notevole”. Nardo: “La fase iniziale della partita è stata migliore con la Spal che contro il Cska. In Europa hai sofferto all’inizio, hai preso coraggio e la partita va in modo diverso. Se segni il primo gol ti esalti”. Buzzanca: “Contro l’Atalanta e contro il Chievo stavamo in vantaggio”. Nardo: “C’è un’instabilità”. Austini: “E’ un problema di testa: non è possibile che un giocatore è scarso e dopo due giorni diventa un fenomeno. Non è un problema di modulo, è una questione di testa ed è preoccupante”. 

Austini: “Juan Jesus a Napoli sfodera sempre grandi prestazioni”. Buzzanca: “Ma non si potrebbe provare Santon centrale? Gli altri, tranne Manolas, non stanno dando grandi garanzie”. Austini: “Io metterei la difesa a tre con Juan Jesus”. Nardo: “Con il Napoli gara decisiva, in base a quel risultato cambia tutto in classifica per la Roma e toglieresti anche certezze ai Partenopei”. Biafora: “Se arrivi terzo o quarto non cambia molto”. Nardo: “Manolas è un difensore di livello internazionale, Fazio è insicuro in questo momento”. Biafora: “Forse sta pagando il mondiale in questo inizio di stagione, dato che non ne aveva mai fatto uno”. Nardo: “Fazio ha limiti di passo e velocità”. Nardo: “Il Napoli in casa in campionato nel 2018 ha un rendimento impressionante con 401 minuti senza prendere gol. Numeri che mi fanno essere ottimista”. 

Nardo: “L’ultima di Ancelotti contro la Roma coincide con l’addio al calcio di Maldini”. Austini: “Ancelotti è stato contattato un paio di volte dalla Roma per venire ad allenarla. E’ difficile passare da Roma e non rimarci legati”. Biafora: “Ancelotti, nonostante la semifinale di Champions, me lo sarei preso. E’ uno dei migliori allenatori degli ultimi trent’anni: col Milan ha vinto tutto, con il Real ha vinto la decima”. Austini: “La rosa della Roma non è inferiore a quella del Napoli”. Nardo: “Per me invece hanno qualcosa in più”. Austini: “La Roma ha il 70% di possibilità di passare il turno”. Nardo: “Ora però ci sono tre partite non facilissime, di cui due trasferte. In realtà potrebbe anche bastare un pareggio a Mosca”.  Austini: “Uno degli errori di Di Franceso è stato far giocare Luca Pellegrini con la Spal, anche se è facile dirlo col senno di poi”. Buzzanca: “Ma se non può giocare contro la Spal, quando puoi schierarlo? Quella Roma deve vincere comunque tre a zero, le partite dovrebbero essere affrontate col giusto piglio”.