Home » Dichiarazioni » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Stagliano: “Ora con il Milan vedremo se il Fair Play finanziario è una cosa seria o una pagliacciata”. Austini: “Serve una partita seria contro l’Udinese, se la Roma fa il suo può arrivare quarta”. Magliaro: “Gli avvocati del Comune gli hanno provato a spiegare che non si può annullare la delibera Raggi”

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Stagliano: “Ora con il Milan vedremo se il Fair Play finanziario è una cosa seria o una pagliacciata”. Austini: “Serve una partita seria contro l’Udinese, se la Roma fa il suo può arrivare quarta”. Magliaro: “Gli avvocati del Comune gli hanno provato a spiegare che non si può annullare la delibera Raggi”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di giovedì 11 aprile 2019, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Piero Torri (Il Romanista/Tele Radio Stereo), Alessandro Austini (Il Tempo), Fernando Magliaro (Il Tempo), Mario Stagliano (avvocato), Jacopo Venturi, Margherita Bellecca e Alice Dionisi

Magliaro: “Che ci sia in Campidoglio una frangia che vorrebbe l’auto tutela, ovvero annullare senza pagare è vero, ma non si può fare. Serve una scelta motivata. Gli avvocati del Comune gli hanno provato a spiegare, e dopo 6 minuti è stato chiaro, che non si può annullare dopo 18 mesi senza nuovi elementi un provvedimento come la delibera Raggi gratis. La revoca richiede un lungo iter, non è che glielo puoi calare dall’alto, devi interrompere una cosa e iniziare l’altra. Quello che dovrà essere espropriato è la proprietà di Armellini”. Torri: “Ho capito da un pezzo che c’è un gioco delle tre carte. Queste ultime vicende hanno scoperchiato il pentolone: un conto sono le dichiarazioni ufficiali, tutto un altro conto le altre”. Stagliano: “L’Amministrazione non vuole realizzare lo stadio”. Austini: “Un progetto totalmente privato che finisce per essere un progetto pagato da noi. Loro non volevano fare questo stadio, ma tra il danno al bilancio di Roma e andare avanti con lo stadio hanno scelto la seconda”.

Austini: “Ranieri mi è piaciuto molto. Vuole puntare sull’Udinese, mi auguro lo abbiano capito anche i giocatori. La Roma è sempre ricaduta, la partita mi preoccupa molto. Li ho visti giocare, hanno messo in difficoltà anche il Napoli, ma hanno una difesa scarsa. Serve una partita seria, se la Roma fa il suo può arrivare quarta“. Torri: “La stagione, anche con il quarto posto, è negativa”. Austini: “Al momento il quarto posto non è probabile, ma se ci arriva significa che l’anno in cui succede di tutto, arrivi per il sesto anno in Champions League”. Torri: “Lo scorso anno sembrava l’inizio di un sogno, ma sono stati fatti dei passi indietro. Hai fatto oggettivamente un passo indietro”.  Stagliano: L’errore più grave lo ha commesso chi ha fatto sì accadessero 44 infortuni muscolari. Se tu contro l’Udinese non hai neanche un esterno basso perché sono tutti infortunati non è normale”.

Austini: “Della Roma mi preoccupa la confusione con un consulente di mercato straniero, un consulente esterno come Baldini, e un direttore sportivo in carica a Trigoria, ossia Massara. Questo è frutto di troppe teste pulsanti, così non funziona. Il ruolo del direttore sportivo è strategico, la Roma ha parlato con Campos e Petrachi“. Austini: “Mi raccontano che la Juventus voglia tenere Ronaldo solo per un altro anno. Se non vincessero la Champions in questo biennio sarebbe una grande delusione”. Stagliano: “Ora con il Milan vedremo se il Fair Play finanziario è una cosa seria o una pagliacciata“. Magliaro: “La seconda due diligence sullo stadio non è mai partita. De Vito non può aver influenzato gli atti del progetto dello stadio parlando con Parnasi che già era in carcere“. Torri: “Milan-Lazio? Spero in un pareggio”. Stagliano: “Non la guardo e non tifo”.