Home » Dichiarazioni » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Stagliano: “Ho adorato Nainggolan, è molto meglio che con la Roma non ci sarà”. Nardo: “Sarebbe ingeneroso chiedere a Zaniolo di risolvere i problemi della Roma”. Torri: “Credo che Di Francesco non rischi l’esonero contro l’Inter, salvo risultati clamorosi”

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Stagliano: “Ho adorato Nainggolan, è molto meglio che con la Roma non ci sarà”. Nardo: “Sarebbe ingeneroso chiedere a Zaniolo di risolvere i problemi della Roma”. Torri: “Credo che Di Francesco non rischi l’esonero contro l’Inter, salvo risultati clamorosi”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di giovedì 29 novembre 2018, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Piero Torri (Il Romanista – TRS), Alessio Nardo (TeleRadioStereo), Mario Stagliano (Avvocato), Filippo Biafora (Pagine Romaniste), Gabriele Conflitti e Margherita Bellecca.

Torri: “Credo che Di Francesco non rischi l’esonero contro l’Inter, salvo risultati clamorosi. Penso che andrà avanti almeno fino a Cagliari. Speriamo che non succeda nulla, perché vorrebbe dire che la Roma sarà andata incontro ad altre delusioni”. Stagliano: “Non mi sembra il caso di mandar via l’allenatore in un momento di emergenza così grave per gli infortuni. Con i tutti i professionisti che seguono la preparazione fisica non si può addossare a lui la colpa per tutti questi infortuni”. Torri: “E’ anche vero che i preparatori li ha scelti lui”. Nardo: “Faccio un riferimento al recente passato: stagione 2015/16, c’era una Roma in difficoltà allenata da Garcia, allenatore con la fiducia della società, che poi è venuta meno a causa dei risultati deludenti. In quel momento c’era un signore come Luciano Spalletti libero, oggi non vedo grandi alternative”. Torri: “Io faccio i nomi di Francesco Rocca e di Francesco Guidolin”. Nardo: “Sono due personaggi esperti, ma sono due figure che sia avvicinano a quella del traghettatore. La Roma vuole questo o un uomo sul quale costruire?”. Biafora: “La finale di Libertadores si giocherà l’8 dicembre al Santiago Bernabeu di Madrid. Non credo sarà aperta ai tifosi del Boca”. Torri: “Wenger direttore tecnico e Daniele De Rossi allenatore. Vi piace? Magari con Francesco Rocca allenatore della seconda squadra…”.

Torri: “Secondo me l’assenza di Nainggolan per l’Inter è un vantaggio. Le sue partite peggiori con la maglia della Roma sono state quelle con il Cagliari. La sua presenza sarebbe stata un vantaggio per la Roma. In questo momento ho la sensazione che non ci sia un gruppo: manca la chimica di spogliatoio”. Nardo: “Sarebbe ingeneroso chiedere a Zaniolo di risolvere i problemi della Roma, ma ha personalità ed è un trequartista puro, quindi potrà far molto comodo”. Stagliano: “A un ragazzo così giovane non devi dare la responsabilità di essere il leader della squadra. Schick ha un atteggiamento indisponente e incomprensibile. Forse abbiamo sbagliato la sua valutazione”. Nardo: “Lo Schick di Genova spaventava le difese avversarie con le sue giocate, a Roma questo non lo abbiamo mai visto. Contro il Real spreca due occasioni. Quando passi da Genova a Roma se non hai la giusta personalità, per quanto tu possa essere bravo tecnicamente, non  fai il salto”. Biafora: “Nel post partita di Juventus-Roma Schick è andato in crisi. Non credo che a Under sia sucesso lo stesso, anche perché stiamo parlando di situazioni diverse”.

Stagliano: “Farina non è stato un arbitro eccelso, ma un uomo straordinario”. Nardo: “Dell’undici titolare della Roma solo Fazio, Nzonzi e Under non si sono mai fatti male. C’è poi una statistica promettente per Roma-Inter: Di Francesco non ha mai battuto Spalletti”. Stagliano: “Ogni volta che veniva annunciato il nome di Spalletti dallo speaker dell’Olimpico nei suoi ultimi mesi a Roma partivano molti fischi”. Torri: “Solo un folle a Roma decide di mettersi contro Totti. A me piacciono i folli e dunque lui mi piace. Ma mettersi contro Totti vuol dire partire sconfitti”. Nardo: “Dal 2013 al 2016 qualche offerta dall’Italia gli sarà sicuramente arrivata, ma sono convinto che avesse il forte desiderio di tornare alla Roma a completare un lavoro. E’ un dispiacere che non si sia potuta vedere la Roma degli 87 punti un altro anno con lui e con qualche acquisto mirato”. Torri: “La prima Roma di Spalletti è la migliore del millennio dal punto di vista del gioco, soprattutto in relazione alle possibilità”. Stagliano: “Ho adorato Nainggolan, è molto meglio che con la Roma non ci sarà”.