Home » NEWS » Le PILLOLE de la Signora in Giallorosso – Serafini: “Le parole di Spalletti su un suo addio in caso di non vittoria hanno creato molta confusione” – Madeddu: “Totti ha dichiarato che non farà più il calciatore della Roma, è paradossale che Spalletti vada via per lui, ora che non ci sarà più” – Torri: “Fra i tanti errori commessi dalla società non si può imputare quella di voler far smettere Totti”

Le PILLOLE de la Signora in Giallorosso – Serafini: “Le parole di Spalletti su un suo addio in caso di non vittoria hanno creato molta confusione” – Madeddu: “Totti ha dichiarato che non farà più il calciatore della Roma, è paradossale che Spalletti vada via per lui, ora che non ci sarà più” – Torri: “Fra i tanti errori commessi dalla società non si può imputare quella di voler far smettere Totti”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di giovedì 25 maggio 2017, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Adriano Serafini (Il Tempo), Piero Torri (Teleradiostereo), Massimiliano Rossi (Consulente Marketing Sportivo), Massimiliano Buzzanca (Attore),  e Marco Madeddu (Teleradiostereo), Eleonora Puglia e Lavinia Colasanto.

Inizia la puntata con Eleonora e Lavinia che presentano gli argomenti e gli ospiti in studio. Lavinia Colasanto legge il Fumo della Pipa. Serafini: “Non possiamo dire al 100% che Totti ha già concluso l’idea di andare a giocare altrove”. Torri: “E’ una mattonata nei confronti di questa società. E’ un modo per scaricare le sue responsabilità nell’addio alla Roma. La società l’anno scorso ha ribadito che il contratto da calciatore sarebbe durato un solo anno”. Buzzanca: “Chi ha scritto la lettera di Totti conosce bene il significato della parola ‘potrò'”. Madeddu: “L’impedimento potrebbe anche essere riferito all’età. La prima frase di Totti all’arrivo della dirigenza fu “Io non so chi sono questi americani”, testimonianza di un rapporto mai decollato”. Serafini: “La società ha deciso quando far smettere Totti, al capitano ha dato fastidio non poter scegliere da solo”. Rossi: “La società è legittimata a fare una scelta sulla carriera di Totti”. Torri: “Totti non si rende conto del passare degli anni. Chi consiglia al capitano di andare negli Emirati Arabi? Fra i tanti errori commessi dalla società non si può imputare quella di voler far smettere Totti“. Madeddu: “Non biasimo Totti per voler continuare a giocare a pallone. Lui si sente ancora calciatore e vuole continuare a sentirsi così”. Oggiano: “Totti ha iniziato nella Roma e deve finire nella Roma” Rossi: “Quelle di Totti sono scuse ai tifosi nel caso dovesse indossare un’altra maglia”. Torri: “L’unicità di Totti è di aver giocato sempre e solo nella Roma. Perché sporcare questo vanto?”. Buzzanca: “Pur di vederlo continuare a giocare, i tifosi della Roma accetterebbero Totti anche con un’altra maglia”. Serafini: “Totti si è lasciato il campo libero a ogni occasione che gli si presenterà nelle prossime settimane”. Lavinia Colasanto mostra una grafica sul futuro di De Rossi e la sua assenza dai manifesti per la campagna abbonamenti e per il ritiro. Serafini: “La maglia numero 10 non verrà ritirata”. Torri: “E’ giusto che la Roma ritiri la 10 di Totti, l’unico a poterla indossare sarebbe il figlio del capitano“. Lavinia Colasanto mostra una grafica su Totti.

Serafini: “Totti è stato a cena in un famoso ristorante di Roma, assieme a tutta la squadra”. Collegamento telefonico con Filippo Biafora, in diretta dal ristorante dove si è riunita a cena la squadra. Riporta le dichiarazioni di Totti: “Il bello deve ancora venire”. L’ultimo ad arrivare è stato Florenzi. I giocatori si tratterrano ancora dal  momento che l’allenamento di domani è fissato per le 11,30. Madeddu: “Totti ha dichiarato che non farà più il calciatore della Roma, è paradossale che Spalletti vada via per lui, ora che non ci sarà più”. Serafini: “Spalletti va via per altre motivazioni oltre a Totti”. Torri: “Spalletti ha deciso da 4 mesi di andare via”.  Lavinia Colasanto legge una grafica su Perotti. Torri: “Perotti ha segnato solo su calcio di rigore, il suo calo è dovuto al fatto che ha giocato meno”. Oggiano: “Perotti deve restare, ha già mostrato le sue qualità”. Lavinia Colasanto mostra una grafica sulla lite in allenamento tra Perotti e Manolas. Serafini: “Perotti nell’ultimo periodo è molto nervoso, la lite si è alimentata per una brutta entrata di Manolas su Perotti. La questione è rientrata”. Torri: “La Juventus vincerà la finale di Champions League”. Serafini: “La Roma poteva stare nella finale di Europa League, visto il livello di Manchester United e Ajax”. Madeddu: “La Roma poteva e doveva fare meglio”. Serafini: “Massara e Monchi sono stati visti a Milano con i dirigenti della Samp per Schick”.

Serafini: “Spalletti ha recepito con calma le voci di un suo futuro all’Inter. Questo fa pensare che forse l’accordo già ci fosse”. Torri: “La decisione finale di Spalletti sul suo addio alla Roma è arrivata dopo il mercato di gennaio. La società lo ha deluso da quel punto di vista”. Serafini: “Le parole di Spalletti su un suo addio in caso di non vittoria hanno creato molta confusione“. Buzzanca: “L’arrivo di Monchi alla Roma potrebbe dare a Spalletti l’idea che la società quest’anno voglia fare qualcosa in più rispetto alle altre stagioni”. Torri: “Diminuire il monte ingaggi alla Roma non è certo il modo per competere con la Juventus”. Lavinia Colasanto mostra una grafica sugli allenatori. Torri: “Chiunque sarà il prossimo allenatore della Roma avrà il mio sostegno”. Serafini: “Non credo che la Roma investirà grosse somme sul secondo portiere”. Rossi: “Il lunedì di Totti sarà frastornato come quello dei tifosi”. Moresco: “Lunedì sarà la giornata più triste”.