Home » Dichiarazioni » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Austini: “Spalletti è stato patetico. Spero che da ieri si possa mettere una parola fine da entrambe le parti”. Manfridi: “Il tiro di Under non ha avuto durata, era immediato. Mi ha ricordato quello di Totti contro la Juventus”. Torri: “Ieri finalmente si è vista una squadra, un gruppo che non si è sciolto di fronte alla prima difficoltà”

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Austini: “Spalletti è stato patetico. Spero che da ieri si possa mettere una parola fine da entrambe le parti”. Manfridi: “Il tiro di Under non ha avuto durata, era immediato. Mi ha ricordato quello di Totti contro la Juventus”. Torri: “Ieri finalmente si è vista una squadra, un gruppo che non si è sciolto di fronte alla prima difficoltà”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di lunedì 3 dicembre 2018, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Piero Torri (Il Romanista – TRS), Alessandro Austini (Il Tempo), Giuseppe Manfridi (Scrittore), Filippo Biafora (Pagine Romaniste), Massimiliano Rossi (Consulente Marketing Sportivo), Gabriele Conflitti e Vanessa Ortiz.

Austini: “Spalletti è stato patetico. Spero che da ieri si possa mettere una parola fine da entrambe le parti”. Torri: “Spero che chi sappia vedere abbia visto. Quello che è successo con Spalletti a Sky deve farci aprire gli occhi. Se quello su Icardi è rigore il primo gol dell’Inter è da annullare per il fallo su Zaniolo a centrocampo”. Manfridi: “Caressa gli ha anche fatto vedere la sua espulsione, in modo tale che potesse fare la figura di chi riconosce le scelte giuste dell’arbitro”. Biafora: “La Uefa si è convinta ad introdurre il Var dagli ottavi”. Torri: “Ieri finalmente si è vista una squadra, un gruppo che non si è sciolto di fronte alla prima difficoltà. La Roma avrebbe potuto anche vincerla. Grande stadio ieri sera, anche dalla tv ho percepito la comunione tra curva, stadio e squadra. Quel quarto posto è ancora raggiungibile”.

Manfridi: “La partita di ieri si è conclusa molto dopo il 90′. Mi è piaciuta molto la presa di posizione di Totti, ha fatto capire la sua idea essendo se stesso”. Austini: “Quando Totti parlano tutti ascoltano, per quello che ha fatto in carriera. Totti è ancora più forte della Roma e questo è un limite. Gli basta se stesso per riuscire a convincere Caressa. Sull’arbitraggio: non credo nei complotti, per me l’arbitro non rispetta la Roma come una delle prime quattro”. Manfridi: “Dai tempi di Tavecchio si auspica il ritorno delle milanesi”.

Austini: “Colui che viene messo al Var non giudica più se è errore o no, ma se è chiaro errore, ma come fai? Come puoi sapere che cosa ha visto l’arbitro? Lo usano solamente sui falli di mano e i fuorigiochi”. Biafora: “La spiegazione che hanno dato sulle telecamere che non hanno ripreso dal punto giusto, è una follia”. Manfridi: “Il tiro di Under non ha avuto durata, era immediato. Mi ha ricordato quello di Totti contro la Juventus“. Rossi: “Quello che ha detto Spalletti dimostra che quello che ci ha raccontato quando era qui erano bugie”. Austini: “Lui dice che ha voluto i testimoni quando parlava con Totti”. Torri: “Spalletti ha saputo che la Roma avrebbe continuato a fare trading e non voleva starci a quelle condizioni”.