Home » Dichiarazioni » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Manfridi: “Il pregio di Schick è il suo difetto: la potenzialità”. Buzzanca: “Pallotta per far venire Mourinho alla Roma dovrebbe giurare sulla tomba dei suoi avi che non venderà nessuno”. Torri: “La riconciliazione con un gioco dignitoso è da rimandare al prossimo anno. Mi sono emozionato al gol del nostro capitano”

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Manfridi: “Il pregio di Schick è il suo difetto: la potenzialità”. Buzzanca: “Pallotta per far venire Mourinho alla Roma dovrebbe giurare sulla tomba dei suoi avi che non venderà nessuno”. Torri: “La riconciliazione con un gioco dignitoso è da rimandare al prossimo anno. Mi sono emozionato al gol del nostro capitano”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di lunedì 8 aprile 2019, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Piero Torri (Il Romanista/TeleRadioStereo), Giuseppe Manfridi (scrittore), Massimiliano Buzzanca (attore), Massimiliano Rossi (consulente marketing sportivo), David Moresco (Pagine Romaniste), Gabriele Conflitti, Margherita Bellecca e Alice Dionisi.

Manfridi: “La parola vessillo dal secondo scudetto è stata riconsegnata all’italiano d’autore per la frase di Di Bartolomei. La parola è nel vocabolario della Roma”. Torri: “Un titolo per la partita può essere “Era ora”. Non mi voglio illudere. La riconciliazione con un gioco dignitoso è da rimandare al prossimo anno, Ranieri lo ha capito e ha messo in campo una squadra. Mi sono emozionato al gol del nostro capitano e mi ha emozionato anche il suo abbraccio con Sabatini”. Manfridi: “De Rossi non avrà detto nulla a Sabatini che Sabatini non sapesse. Forse è successo il contrario”. Rossi: “Il mio titolo è “Una rondine non fa primavera”. La Roma non mi ha proprio convinto, ha giocato un po’ il caso. Almeno è stata una partita di calcio, a differenza delle ultime di Di Francesco. Ranieri comunque fa tante partite in questo modo, solo a Leicester è stato un po’ diverso”. Moresco: “Non credo che la Roma debba fare questo fino a fine stagione. La Roma ha dimostrato sabato che così può rischiare anche di perderla”.

Torri: “Mi pare che il Var in questo turno di campionato ci abbia dato una casistica che dipende dai campi. Alla Juventus Stadium mi sembra ci sia un regolamento a parte. Trovo insopportabile quando gli addetti ai lavori a fine anno dicono che si compensa tutto”. Manfridi: “Il torto arbitrale va misurato in base alla vicenda che se ne fa”. Buzzanca: “Possiamo fare anche “L’Arbitro” due e tre con tutti questi spunti che ci stanno dando”. Torri: “Mi dispiace per le parole di Giampaolo. È una persona che mi piace, non so se la vicinanza con il suo presidente lo abbia imbecerito”. Rossi: “Invece a me è piaciuto. Ha difeso la Sampdoria a suo modo e non è stato ruffiano”. Torri: “Giampaolo a Trigoria è il piano C. Spero che la Roma non ci arrivi. Il piano B è Sarri, il piano A uno tra Mourinho e Conte. Se Conte va all’Inter Mourinho può andare solo al Bayern”. Buzzanca: “Pallotta per far venire Mourinho alla Roma dovrebbe giurare sulla tomba dei suoi avi che non venderà nessuno”.

Torri: “Su Schick il bilancio è ancora profondamente deludente considerato i 42 milioni che è stato pagato. Mi auguro che il mental coach abbia delle doti sovrannaturali che gli facciano tirare fuori la sua qualità”. Manfridi: “Il pregio di Schick è il suo difetto: la potenzialità. Nel suo essere inespresso c’è la sua grande qualità ma anche la sua rabbia. Vedo nell’errore la qualità”. Torri: “A Ferrara ad esempio ne manda due a terra con un sombrero e poi sbaglia il passaggio, dandola a El Shaarawy cinque metri dietro”. Rossi: “Rispetto a Iturbe, si vedeva che all’argentino pesavano i soldi per lui mentre Schick sembra quasi disinteressato”. Torri: “Credo che Ranieri veda poco Under rispetto agli altri. Ha avuto grandi parole per Kluivert. Ha grande stima per El Shaarawy. Il turco è reduce da un lungo stop”. Moresco: “Io credo che non sia una questione di vederlo o meno, perché lo ha visto poco per l’infortunio. Inoltre ha avuto un piccolo problema di lombalgia, come ha scritto Il Tempo stamattina”.