Home » Dichiarazioni » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Torri: “L’errore di Schick è molto romanista”. Nardo: “Quel campo è una maledizione”. Biafora: “E’ stata un’altra botta per tutto l’ambiente Roma”. Stagliano: “Questo risultato non ha alcun modo ridimensionato le ambizioni della Roma”. Rossi: “Ci siamo illusi che la Roma fosse un po’ più avanti nel suo processo di maturazione”

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Torri: “L’errore di Schick è molto romanista”. Nardo: “Quel campo è una maledizione”. Biafora: “E’ stata un’altra botta per tutto l’ambiente Roma”. Stagliano: “Questo risultato non ha alcun modo ridimensionato le ambizioni della Roma”. Rossi: “Ci siamo illusi che la Roma fosse un po’ più avanti nel suo processo di maturazione”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di giovedì 28 dicembre 2017, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

In studio con Massimo Ruggeri: Filippo Biafora (Pagine Romaniste), Alessandro Austini (Il Tempo), Alessio Nardo (Teleradiostereo), Massimiliano Rossi (Consulente Marketing Sportivo), Mario Stagliano (Avvocato), Piero Torri (Il Romanista – TRS) e Serena Randazzo.

Torri: “L’errore di Schick è molto romanista. Qualche rimpianto ce l’ho. I 20 minuti finali non potevano essere i primi 20? La Roma si è impaurita dopo il tiro di Khedira ad inizio partita”. Austini: “Sul gol di Schick sarebbero cambiati tanti discorsi. Allegri ha fatto delle scelte discutibili, se la Roma pareggia la partita sarebbe stato massacrato”. Nardo: “Quel campo è una maledizione. Un episodio non può spostare gli equilibri di una stagione”. Torri: “Ci confrontiamo alla Juventus, al Real. Non siamo quelli”. Biafora: “E’ stata un’altra botta per tutto l’ambiente Roma”. Stagliano: “Questo risultato non ha alcun modo ridimensionato le ambizioni della Roma. Non ho più rivisto il tocco di mano di Higuain da cui nasce l’angolo”. Austini: “Il danno sono quei 60 punti contro le secondo dieci della classifica e la Roma ne ha già persi 4”. Rossi: “Ci siamo illusi che la Roma fosse un po’ più avanti nel suo processo di maturazione”. Torri: “La Roma non fa gol, ha fatto una fatica maledetta”. Stagliano: “Il discorso dell’approccio alla partita è una fesserie evidente”. Nardo: “La Coppa Italia viene approcciata male”. Torri: “La Juventus ci aspettava, voleva fare quella partita”. Serena legge una grafica sull’errore di Schick.

Austini: “In quei secondi che precedono il tiro c’è tutta la storia della Roma”. Torri: “E’ il caso di ripensare al modulo della Roma?”. Biafora: “Il problema del modulo è relativo. Sarebbe un problema qualora non creassi occasioni”. Austini: “Di Francesco non cambierà mai modulo”. Rossi: “Il 4-3-3 di Di Francesco non è così integralista come quello di Zeman”. Torri: “Nainggolan in questo momento è felice”. Nardo: “Nainggolan è un giocatore straordinario. Il migliore l’abbiamo visto nel ruolo di trequartista/incursore”. Austini: “Nainggolan trequartista è una scelta difensiva”. Serena legge una grafica sul momento di Dzeko. Austini: “Dzeko è un giocatore decisivo, è un dato preoccupante”. Torri: “Questa striscia comincia in un momento in cui noi lo abbiamo applaudito per come giocava. Non ha Salah vicino, sono orfano dei suoi strappi”. Stagliano: “Ha segnato 7 gol nelle prime 8. Sta vivendo un momento di appannamento”. Nardo: “Da Monchi mi aspetto due colpi importanti”. Biafora: “Il ds non fa solo il calciomercato”.

Serena legge una grafica sul miglior giocatore della Roma nel 2017. Austini: “Dzeko ha giocato 50 partite in 52 giocate tra la Roma. Poi 32 gol, lui nettamente”. Torri: “Voto Perotti perché fa un gol di una pesantezza enorme col Genoa e per quello contro il Qarabag”. Biafora: “Fazio perché ha avuto una costanza di rendimento da top player”. Nardo: “Dzeko”. Rossi: “Fazio perché è quello che ha sorpreso di più”. Stagliano: “Dzeko”. Serena legge una grafica sul dicembre della Roma. Nardo: “Non credo calo fisico”. Serena legge una grafica su un possibile acquisto a centrocampo. Austini: “Torreira è il classico nome da piazza, tutti lo conoscono”. Nardo: “Torreira è il più forte. Alla Roma servirebbe più un interno di centrocampo con caratteristiche diverse, uno che sa dare il cambio di passo”. Torri: “Pellegrini è uno che ha un calcio importante”.