Home » Dichiarazioni » Abete: “Roma, continuità impressionante”

Abete: “Roma, continuità impressionante”

Le dichiarazioni di Giancarlo Abete a Radio anch’io lo sport:

Il campionato è aperto a ogni soluzione. Pochi ritenevano che la Roma potesse essere prima a questo punto del campionato. La Roma è partita malissimo, si è ripresa ed è andata anche oltre le aspettative di un ottimo allenatore. Ranieri ha fatto ottimo lavoro dal punto di vista tecnico e psicologico, ha fatto in modo che la squadra non si deprimesse e non si montasse la testa a seconda dei momenti. Mancano ancora 5 giornate. La Roma ha avuto una continuità impressionante e l’Inter è incappata in alcuni pareggi, che nel campionato attuale sono mezze sconfitte. L’Inter aveva un vantaggio importante e magari, inconsciamente, vista anche l’importanza della Champions ha pensato che il margine potesse essere sufficiente”.
RANKING – “Il potenziale tecnico dell’Inter è eccezionale. È l’unica squadra impegnata su più fronti, è l’unica presente ancora nelle Coppe europee ed è importante che vada avanti. Stiamo difendendo strenuamente la posizione nel ranking Uefa nei confronti della Germania, rischiamo di perdere una squadra in Champions sin dal 2011-2012. Mourinho? Ha dimostrato le sue qualità nelle ultime partite di Champions“.
ESULTANZA AYROLDI – “Ho chiamato domenica mattina Collina, mi ha detto quello che è risultato dalle comunicazioni dell’Aia. Si è trattato di un gesto di soddisfazione della terna per una gara diretta bene. In campo si giocano due partite: quella delle squadre e quella di arbitro e assistenti. Sabato sono state prese decisioni di grandissima qualità, sono stati segnalati fuorigioco di pochissimi centimetri. Quando una persona supera un esame, è giusto che sia soddisfatta. Cerchiamo di mantenere tutto all’interno di una logica di normalità: se ogni evento ha una causa impropria, non ne usciamo più“.
BUON COMPLEANNO LIPPI – “Entro il mese di maggio decideremo. Attendiamo la serenamente la conclusione del campionato. Oggi è il compleanno di Lippi, gli facciamo gli auguri. Entro maggio cercheremo di individuare soluzioni adeguate per il post-Mondiale“.