Home » Dichiarazioni » E l’Inter si risveglia inseguitrice

E l’Inter si risveglia inseguitrice

E venne il giorno che l’Inter si trovò a rincorrere. Dal Corriere dello Sport, le reazioni dell’ambiente nerazzurro, dopo il sorpasso della Roma:

LInter è costretta ad abdicare dal trono di capolista a campionato in corso; la Roma ha compiuto il sorpasso, ieri all’Olimpico, battendo l’Atalanta ma la sensazione è che ancora non sia finita. In casa nerazzurra nessuno vuole issare bandiera bianca e regalare lo scudetto ai giallorossi. All’Inter nessuno vuole mollare niente, a cominciare dalla dirigenza: “Complimenti alla Roma; ha avuto un ritmo più costante rispetto a noi, nell’ultimo periodo, e dunque merita il primato”, ha detto Lele Oriali, parole che non vogliono ostentare la resa nerazzurra o sono un segnale del fatto che l’Inter si concentrerà sulla Champions: “Noi crediamo ancora nello scudetto; mancano ancora 5 giornate e ci sono a disposizione 15 punti, ed abbiamo un solo punto di distacco. Sarà un affare a due tra noi e la Roma. Adesso dobbiamo guardare avanti alla gara di Coppa Italia ed alla sfida con la Juventus che diviene fondamentale per la classifica. Siamo in lotta su tre fronti e concluderemo nel migliore dei modi la stagione. La squadra ci darà soddisfazioni”.

Anche il presidente Moratti ha fatto sentire la sua voce; il patron è deluso per l’occasione sprecata; dalla squadra si aspetta molto di più in questo mese e mezzo decisivo per le sorti della stagione e altri passi falsi non sono ammessi. Moratti ha così congelato ogni rinnovo contrattuale in vista perché vuole che la squadra sia concentrata sul campo; sa bene che la squadra ha frenato drasticamente in campionato ma sa benissimo che ci sono ancor 5 partite e che domenica sera potrebbe già rivedere la sua Inter in testa alla classifica, dopo il derby Lazio-Roma.