Home » Primo Piano » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Torri: “Ieri si è messo il punto finale con Garcia. La Roma ha dovuto sbattere fino alla fine con il fallimento totale di allenatore, ambiente, società” – Serafini: “Garcia costerebbe 12 milioni e mezzo lordi fino a fine contratto che è nel 2018” – Canovi: “Credo che la società abbia protetto Garcia dopo la conferenza di Palermo dello scorso anno” – Nardo: “Quello che è successo ieri è estremamente grave” – Pino: “Dzeko è troppo solo”

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Torri: “Ieri si è messo il punto finale con Garcia. La Roma ha dovuto sbattere fino alla fine con il fallimento totale di allenatore, ambiente, società” – Serafini: “Garcia costerebbe 12 milioni e mezzo lordi fino a fine contratto che è nel 2018” – Canovi: “Credo che la società abbia protetto Garcia dopo la conferenza di Palermo dello scorso anno” – Nardo: “Quello che è successo ieri è estremamente grave” – Pino: “Dzeko è troppo solo”

La_Signora_In_Giallorosso

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di giovedì 17 Dicembre 2015, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

Sono ospiti di Massimo Ruggeri: Piero Torri (Giornalista), Adriano Serafini (Il Tempo), Alessio Nardo (Teleradiostereo), Alessandro Austini (Il Tempo), Simone Canovi (Agente FIFA), Pino (Comico) e Anna Giulia Ruggeri (Pagine Romaniste).

Torri: “Ieri si è messo il punto finale con Garcia. La Roma ha dovuto sbattere fino alla fine con il fallimento totale di allenatore, ambiente, società. Non vedo innocenti”. Serafini: “Garcia costerebbe 12 milioni e mezzo lordi fino a fine contratto che è nel 2018”. Torri: “Che fine ha fatto il Garcia del primo anno dal punto di vista comunicativo?”. Nardo: “Quello che è successo ieri è estremamente grave. La Roma non è stata in grado di tirare in porta in 120 minuti contro lo Spezia”. Canovi: “Credo che la società abbia protetto Garcia dopo la conferenza di Palermo dello scorso anno”. Serafini: “Gli altri allenatori si sono dimessi lasciando molto di meno di quello che deve lasciare Garcia”.

Torri: “Uçan ieri cosa ha fatto? Una ciavattata. Garcia è così autolesionista?”. Nardo: “L’anno scorso Skorupski ha sbarrato la strada alla Roma in Europa League”. Pino: “Dzeko è troppo solo”. Torri: “Io dico ma dopo tutte le difficoltà ma perché non viene fuori un’idea di cambiare modulo?”. Torri: “La parola chiave delle parole di Sabatini su Garcia è domenica”.

Torri: “Secondo me Garcia salta in ogni caso”. Serafini: “Come tempistiche può passare anche dopo Natale per l’esonero di Garcia”. Nardo: “Cosa ti sposta battere il Genoa? Se deve essere presa una decisione va presa subito”. Pino: “Io la pazienza l’ho terminata da un pezzo”. Nardo: “Manca la presa di coscienza della dirigenza dei momenti negativi. La Roma deve dare un segnale per una scossa. Con Spalletti la gente andrebbe allo stadio con entusiasmo. Poi acquisti a gennaio e prezzi popolari allo stadio”. Austini: “La tensione, intorno alla squadra, è molto alta”. Serafini: “Mi sembra che sia la prima volta che si sente che tifosi che invitano altri tifosi a non andare allo stadio”. Austini: “La cosa drammatica è che la Roma non riesce a fare di più”. Nardo: “Roma-Spezia è come Roma-Parma dell’anno scorso”. Torri: “Garcia sta sempre li a bordocampo a dire le stesse cose”.