Home » NEWS » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Austini: “Non c’è un problema di gol, ma c’è ancora un problema di cattiveria”. Madeddu: “Perché non sono stati sanzionati i cori razzisti a Rudiger?”. Torri: “La partita contro il Napoli è un match point per la Roma”

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Austini: “Non c’è un problema di gol, ma c’è ancora un problema di cattiveria”. Madeddu: “Perché non sono stati sanzionati i cori razzisti a Rudiger?”. Torri: “La partita contro il Napoli è un match point per la Roma”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di giovedì 02 marzo 2017, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

Sono ospiti di Massimo Ruggeri: Piero Torri (Teleradiostereo), Filippo Biafora (Pagine Romaniste), Alessandro Austini (Il Tempo), Adriano Serafini (Il Tempo), Simone Canovi (Agente FIFA), Marco Madeddu (Teleradiostereo), Fiammetta Fiorito e Lavinia Colasanto.

Bentornati ad una nuova puntata. Fiammetta Fiorito presenta gli ospiti. Prende la parola Massimo Ruggeri. Lavinia Colasanto legge la classifica della Liga. Ruggeri: “Il campionato spagnolo è valido però in Europa non sta andando bene”. Torri: “Non voglio sentir parlare di remuntade fino al 5 aprile. Il Barcellona quando è in serata può farti male, se non sbaglio la Roma ne prese 6”. Austini: “Con il Napoli sarà il vero spareggio, non quello con l’Inter”.  Lavinia Colasanto legge una grafica sui numeri di Sarri contro la Roma. Torri: “E’ un match point per la Roma. Ieri sera hanno fatto esattamente cosa voleva la Lazio. L’unico che ha capito qualcosa era Strootman”. Madeddu: “Ieri la Roma non ne aveva più”. Austini: “La Roma da questa Coppa Italia poteva solo perdere, o la vinci o è una sciagura”. Torri: “Ieri sera la Roma si è sentita colpevolmente più forte della Lazio”. Austini: “L’errore lo fai perché è un derby. Questa partita in questo momento della stagione è una sciagura”. Madeddu: “Inzaghi ha detto i suoi di difendere così è testimonianza che la Lazio è nettamente inferiore alla Roma”. Serafini: “Diamo per scontato che la Roma sia più forte della Lazio. Il derby è una trappola. A livello di nervoso, in questa città, questa partita ti toglie sempre qualcosa”. Torri: “Dire che la Roma è nettamente più forte è una sciocchezza. E’ più forte, ma non nettamente”. Serafini: “La Roma ha vinto dei derby contro una Lazio migliore. A Roma sarà sempre così, è molto simile a Genoa-Sampdoria”.  Lavinia Colasanto legge il Fumo della Pipa di Gianfranco Giubilo. 

Torri: “Mi piacerebbe che nella partita di ritorno lo Stadio Olimpico fosse pieno, che la Roma sentisse i suoi tifosi”. Biafora: “Ieri la Questura ha detto che è andato tutto bene”. Torri: “Mi auguro che per il ritorno di Coppa Italia la Roma sia ancora in Europa League”. Madeddu: “La Roma ha saputo assorbire il colpo. Non ci sono state situazioni al limite. Ci sono stati i cori all’indirizzo di Rudiger. L’altoparlante ha chiesto di non ripetere l’azione. Perché non è stato sanzionato?”. Serafini: “Anche se non fosse stato razzismo, avrebbero dovuto sanzionarlo comunque. L’ignoranza non è curabile“. Austini: “Ieri Inzaghi si è dimostrato un omertoso”. Torri: “La Roma è chiamata ad un’impresa incredibile. L’inerzia cambia se la Roma entra e fa un gol, anche a 20 minuti dalla fine”. Lavinia Colasanto legge una grafica in cui si paragonano De Rossi e Paredes. Serafini: “De Rossi è un giocatore che rischia ed è quello che serve”. Austini: “Nel calcio italiano Paredes fatica troppo”. Torri: “Non hai un sostituto di Strootman. Ieri la Roma ha pagato l’assenza della rotazione“. Canovi: “Il dato delle palle recuperate (17 Paredes e 40 De Rossi ndr), sono la prova della differenza”. Madeddu: “De Rossi è il più bravo da palla inattiva”. 

Lavinia Colasanto legge una grafica sulle parole di Szczesny e successivamente un’altra sulle partite in cui la Roma non ha segnato. Torri: “E’ abbastanza sorprendente che la Roma non segni per 7 partite”. Austini: “Non c’è un problema di gol, ma c’è ancora un problema di cattiveria”. Torri: “Quando questa Roma prova a giocare da grande squadra fa fatica. E’ un limite grande”. Madeddu: “La Roma può considerare un buon risultato il pareggio. Se la Roma vuole vincere assolutamente rischia di lasciare il campo al Napoli”. Serafini: “Ieri è stata l’unica vera partita sbagliata. Le aspettative sono molto alte”. Torri: “Ieri sera Paredes non mi è sembrato un titolare, ma a confronto con De Rossi l’argentino va sempre in panchina”. Fiammetta Fiorito: “Coppa Italia e secondo posto oppure l’Europa League?”. Torri: “Io scelgo tutta la vita la Coppa Italia, sarebbe un’impresa“. Austini: “Cento volte l’Europa League”. Canovi: “L’Europa League tutta la vita”.  Lavinia Colasanto legge una grafica sulle partite della Roma dopo una sconfitta e i numeri dell’arbitro Banti con Roma e Napoli. Torri: “Il primo rigore c’era, sul secondo ho dei dubbi. Il Napoli si gioca una buona parte delle chance per il secondo posto e poi ha il Real Madrid”. Canovi: “La Roma cerca di esprimere il proprio calcio contro tutti, mentre il Napoli quando trova squadre ben strutturate perde sempre”. Austini: “In questa città è passato il progetto che la Roma va avanti con l’autofinanziamento. Nell’ultimo bilancio gli americani hanno messo 86 milioni di euro, che si aggiungono ai 120 dell’aumento di capitale. Sono stati messi 200 milioni, senza calcolare i soldi dell’acquisto della società”.