Home » NEWS » Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Serafini: “Mi sembra complicato immaginare lo stadio pronto nel 2020. Tra quattro anni e mezzo mi sembra più realistico”. Nardo: “Ci sono poche chance di vincere lo scudetto, però non è impossibile”. Torri: “Spalletti potrebbe essere affascinato dalla panchina dell’Arsenal”

Le PILLOLE de La Signora in Giallorosso – Serafini: “Mi sembra complicato immaginare lo stadio pronto nel 2020. Tra quattro anni e mezzo mi sembra più realistico”. Nardo: “Ci sono poche chance di vincere lo scudetto, però non è impossibile”. Torri: “Spalletti potrebbe essere affascinato dalla panchina dell’Arsenal”

Nuovo appuntamento con la rubrica de Le Pillole de “La Signora in Giallorosso“, puntata di lunedì 27 febbraio 2017, in onda alle 23 su TeleRoma 56 (canale 15 del digitale terrestre).

Sono ospiti di Massimo Ruggeri: Piero Torri (Teleradiostereo), Filippo Biafora (Pagine Romaniste), Alessandro Austini (Il Tempo), Adriano Serafini (Il Tempo), Alessio Nardo (Telradiostereo), Mario Stagliano (Avvocato), Fiammetta Fiorito e Lavinia Colasanto.

Bentornati ad una nuova puntata. Fiammetta Fiorito presenta gli ospiti. Prende la parola Massimo Ruggeri. Austini: “E’ la Roma più solida di Spalletti. Se la Roma vince sabato è giusto puntare allo scudetto”. Torri: “Il Napoli è molto più forte dell’Inter”. Nardo: “Nainggolan non vale meno di 100 milioni“. Biafora: “Ogni anno consideriamo l’infortunato il nuovo acquisto”. Torri: “Ieri Massara ha detto che Manolas e Nainggolan non si muovono”. Nardo: “Va considerata sempre la volontà dei calciatori. Non puoi tenere un giocatore controvoglia”. Serafini: “Io penso a Luciano Spalletti e dipende solo da lui”. Austini: “Se va via non ha garanzia di vincere da nessun’altra parte in Italia”. Torri: “Wenger è agli ultimi fuochi con l’Arsenal. Se chiama l’Arsenal lui potrebbe essere affascinato“. Nardo: “Dipende anche da cosa farà quest’anno”. Biafora: “Se dovesse andare via mi dispiacerebbe moltissimo. Con l’Inter ho provato un senso di onnipotenza”. Lavinia Colasanto legge il Fumo della Pipa di Gianfranco Giubilo ed una grafica su Radja Nainggolan. Austini: “Nainggolan e Dzeko sono al secondo e terzo posto dei più decisivi del campionato”. 

Ruggeri: “Il turnover contro quale squadra lo farà?”. Austini: “Secondo me contro la Lazio ne cambia 4”. Torri: “La sconfitta con l’Atalanta ha lasciato al Napoli delle ferite. L’uscita di De Laurentiis dopo Madrid è stata devastante sia per l’allenatore che per lo spogliatoio”. Austini: “E’ il secondo anno che il Napoli arriva all’Olimpico in silenzio stampa”. Lavinia Colasanto legge una grafica sui numeri di Luciano Spalletti ed il confronto dei punti di Roma e Juventus dello scorso anno. Nardo: “La Roma degli ultimi tre mesi, se leviamo Torino e Genova, le ha vinte tutte. Ci sono pochissime chance di vincere lo scudetto, ma non è impossibile”. Lavinia Colasanto legge una grafica sul calendario a confronto tra Roma, Napoli e Juventus. Torri: “Alla fine di questo ciclo siamo pari. Ieri la Roma pendeva più dal lato di Bruno Peres”. Stagliano: “Peres è migliorato molto anche sulle diagonali. Due mesi fa non l’avrebbe mai fatta, si vede che qualcuno gli ha dato un’impostazione difensiva”. Nardo: “Sabatini ha fatto un lavoro di grande intensità, ma Spalletti ha messo ordine”. Austini: “La Roma sono quattro anni che compete ad alti livelli”. Torri: “La Roma ha venduto dei giocatori importanti, ma che patrimonio giocatori ha la Roma attualmente? Quando arrivò la proprietà americana il patrimonio era stimato intorno ai 27 milioni di euro, attualmente siamo sui 200 milioni. Il valore di mercato è il doppio”. 

Lavinia Colasanto legge una grafica sulle parole di Pallotta sullo Stadio della Roma. Torri: “Per me la Roma nella stagione 2020/21 giocherà nel suo stadio”. Serafini: “Mi sembra un po’ complicato. Magari quattro e mezzo sono più realistici. Gli unici che escono sconfitti sono i cittadini”. Stagliano: “Dal punto di vista della Roma è certamente una vittoria“. Lavinia Colasanto legge una grafica sulla formazione della Roma nella finale di Coppa Italia. Nardo: “Questa formazione è l’emblema della crescita della Roma, sta andando verso dei successi sportivi. Io sono uno stimatore di Sabatini, ma non è una bestemmia dire che nei primi due anni sono stati commessi molti errori e dopo è stato intrapreso un percorso di successi”. Torri: “Io a Spalletti chiederei quanti cambi farà rispetto a Milano”. Biafora: “Secondo me Alisson ed Emerson”. Lavinia Colasanto legge i numeri di Irrati con la Roma.