Home » Dichiarazioni » Ranieri: “L’Inter ha il fiato sul collo, dobbiamo azzannarla”

Ranieri: “L’Inter ha il fiato sul collo, dobbiamo azzannarla”

Roma-Atalanta: la conferenza stampa di Claudio Ranieri alla vigilia della gara dell’Olimpico:

JUAN E TOTTI- “Defezione importante, però entra un altro titolare. Mexes è un titolare a tutti gli effetti. Non perderemo nulla perché il francese darà un contributo alto. Totti? Ogni giorno si allena sempre di più e non avverte più problemi. Più andiamo avanti e più starà sempre meglio. A me piace vederlo in campo. Capello l’ha messo più vicino alla porta quindi lo vedeva in quel modo. Ranieri lo vede in altra maniera“.
PENSIERO DERBY “Vucinic? Io guardo la partita che ho davanti. Andrà in campo la migliore formazione possibile. Sappiamo che sarà una lotta tra noi, l’Inter e il Milan fino alla fine. Non ci deve condizionare nulla. Dobbiamo pensare solo a noi e fare bene domani contro una squadra difficile. Il derby potrebbe condizionare i giocatori domani? Spero di no. A questo punto dobbiamo giocarcele tutte. I ragazzi sono adulti e vaccinati. Saranno tutte partite difficili. Sarà un altro esame. I ragazzi stanno benissimo e domani devono mostrarlo in campo. E’ in salita domani. Domani è la gara è importante, non ce ne sono altre. L’ho sempre detto, le partite sono tutte difficili, e quelle più facili sono tutte più difficili”.
LA VOLATA SCUDETTO“La vivo serenamente. Stiamo dietro. Il nostro risultato dipende anche da quello degli altri. Sappiamo che la città è una cosa, la squa deve essere un’altra. E’ giusto che la città sogni, significa che la squadra ha fatto bene. Ora noi dobbiamo continuare a spingere sull’accelleratore. Non abbiamo fatto ancora niente. L’Olimpico pieno è fondamentale. I tifosi che ti soffiano dietro, Ci stiamo giocando un sogno e insieme possiamo farlo diventare realtà. Due anni fa si è arrivati alle ultime giornate a ridosso dell’Inter. Ora ci siamo già da un po di tempo. Loro sentono il fiato sul collo, dobbiamo cercare di azzannarlo. Lo sfalsamento delle partite? La Roma è vaccinata e non deve farsi condizionare da nessuna cosa. Noi dobbiamo fare punti domani contro l’Atalanta domani e poi pensare alla prossima partita. Noi faremo di necessità virtù senza farci condizionare”.
ROMA-ATALANTA “E’ una squadra con l’acqua alla gola e vuole salvarsi . Ha tutto da guadagnare e nulla da perdere. Ha alcune defezioni in difesa ma gli altri sono quelli che giocano sempre. Stanno vincendo, giocano con una certa serenità quindi sarà una bella partita. L’arbitro Rocchi? Prima o poi la tradizione negativa dovrà cambiare. Collina è concentrato e lucido più di noi nel decidere le cose”.
MEXES “Ha saltato molte partite per infortunio, poi la squadra si è quadrata in una determinata maniera e lui lo sa. In questo momento con la coppia Juan- Burdisso la squadra si è quadrata di più. Lui si sente partecipe del progetto così come tutta la rosa. La difesa? A volte ci sono ancora delle incongruenze ma è importante capire che quando si perde palla dobbiamo recuperarla in qualsiasi parte dl campo. Quando ciò avviene riusciamo ad essere un branco, si parla di lupi”.