Home » Rassegna Stampa » Ranieri, cinque mesi per riprendersi la Roma

Ranieri, cinque mesi per riprendersi la Roma

Dal Corriere dello Sport:

Diciannove partite per ripren­dersi la Roma. Un girone di ritorno per continuare a rimanere seduto sulla pan­china giallorossa. […] c´è un contratto in scaden­za il prossimo trenta giugno ma, finora, non è arrivato quel segnale […] Ha capito, Ranieri, che a questo punto della gio­stra, ha una sola possibili­tà per rimanere a Trigoria: vincere. Solo così potrà scacciare l´ombra di Car­letto Ancelotti. […]
CONTRATTO – La stagione passata, quella degli ottan­ta punti e della straordina­ria rimonta sull´Inter, la Roma prima di andare in vacanza disputò un´amichevole a L´Aquila. In quell´occasione la dottores­sa Rosella Sensi parlò con Claudio Ra­nieri, alla presenza anche di un dirigen­te giallorosso, garantendo al tecnico il rinnovo contrattuale. Cosa che fece mol­to piacere all´allenatore che, tra l´altro, in quel periodo non dette ascolto a nes­suna sirena (la Nazionale italiana, il Li­verpool, il Fulham) perché felicissimo di poter continuare l´avventura sulla pan­china che aveva sognato per una vita. Il problema, però, è stato che da quella promessa in poi non c´è stato più nessun riscontro concreto. […]
RAPPORTI – Ora, in più, c´è pure il fatto che tra Ranieri e alcuni giocatori, i rap­porti non sono più quelli di qualche me­se fa. […]  Totti […]  Pi­zarro scontento per essere stato retrocesso a riserva, Adriano che aveva chiesto di andare via per poi ri­pensarci, Mexes che la passata stagione è rimasto spesso seduto in panchina, Vucinic piuttosto sconten­to di un utilizzo part-time, Perrotta che è un altro giocatore in scadenza di con­tratto e non se ne parla per niente, e si potrebbe con­tinuare. […] in questa stagione ha avuto anche con­fronti piuttosto duri con lo spogliatoio (basti pensare al dopo Basilea all´Olim­pico).
[…] Lui è pronto a giocarsi tutto, pure stavolta deciso a non ascoltare nemmeno le sirene di mercato (Liverpool), convinto che con il gruppo che ha a disposizione a fine stagione ci si potrà togliere qualche bella soddisfazio­ne. Altrimenti sarà addio, chiunque sarà il proprietario della Roma.