Home » NEWS » Le pagelle di Roma- Milan: Burdisso-Juan, affidabilità 100%. Riise in affanno, De Rossi da battaglia

Le pagelle di Roma- Milan: Burdisso-Juan, affidabilità 100%. Riise in affanno, De Rossi da battaglia

Julio Sergio 6,5: Vede sfilare sul fondo traversoni e conclusioni a ripetizione. Sembra piazzato bene, in tutte le circostanze. Come sulla conclusione a botta sicura di Borriello.

Cassetti 6: Rincorre Ronaldinho e Antonini. Soffre parecchio ma resta “in piedi”.

Burdisso 7: Fa muro al centro. Rimedia quando i rossoneri guadagnano la superiorità numerica. Legge male un solo spiovente, nel finale. L’affidabilità sfiora il 100%: Mexes si metta l’anima in pace, per il momento.

Juan 6,5: Svetta fra Borriello e Huntelaar, che non sono certo due sprovveduti nel gioco aereo. Li anticipa con puntualità, fino a metterli in soggezione.

Riise 5,5: In affanno. Arranca oltremisura. Flamini e Bonera lo infilano di continuo. E’ contratto anche quando esce palla al piede. Un solo acuto, respinto da Abbiati.

Pizarro 6: Si getta in scivolata come un forsennato. Si macchia – notizia – di qualche imprecisione in fase di impostazione. Nel complesso non gli riesce di prendere in mano la squadra. Compensa con tanto sacrificio.

De Rossi 6,5: Dopo tre minuti di gioco attenta all’incolumità dell’Olimpico: doppio dribbling e conclusione di poco a lato rischiano di far crollare lo stadio. Poi prende a battagliare a più non posso. Fino al fischio finale

Taddei 5,5: Ad eccezione degli ultimi minuti di gioco, manca in fase di copertura. Non incide quando il Milan concede il campo. Fornisce un discreto contributo sul piano del palleggio. Ci si poteva aspettare di più.

Perrotta 5: Spaesato. Prima al centro, poi a sinistra, non trova mai lo spunto. Sparisce tra le maglie bianche del Milan.

Baptista 6: Scalda le mani di Abbiati con un gran destro dalla distanza. Guadagna la ripartenza in un paio di circostanze, tramite controlli azzeccati. L’avvio è vibrante. Lentamente si spegne. Dal 13′ st Toni 6: Difende bene i pochi palloni che tocca. Sfiora di testa l’inzuccata da 3 punti. Ranieri potrà tornare ad aggrapparsi alle sue leve.

Vucinic 6: Nesta e Thiago Silva lo tengono a bada nel primo tempo. Non è supportato a dovere. Lascia l’anima sul terreno di gioco.

Ranieri 5: 4-2-3-1 in avvio, 4-4-2 dopo un quarto d’ora. Perde il duello a distanza con Leonardo, che ottiene dai suoi la fluidità di gioco che manca alla Roma.

Simone Di Segni