Home » Rassegna Stampa » Roma, Ranieri: “Sono colpevole”

Roma, Ranieri: “Sono colpevole”

Da Il Messaggero:

Prima sconfitta casalinga in campionato che fa scivolare la Roma a -13 dal Milan. Ora, però, più che pensare allo scudetto, Ranieri deve preoccuparsi di non rimanere fuori dalla prossima Champions. Il tecnico  «Complimenti al Napoli, sono stati più bravi di noi, superandoci nello spirito, nella corsa e nella grinta. La formazione iniziale? Rifarei le stesse cose. La Roma dello scorso anno non c´è più e dobbiamo chiederci il perché Dobbiamo spostare gli obiettivi. Dire che lotteremo ancora per vincere il campionato mi sembra oramai una cosa grossa». Non ha paura, almeno a parole, di un tracollo verticale della squadra: «Se una partita rompe il giocattolo siamo messi male. Non penso che una gara possa distruggere un anno e mezzo di lavoro. Non ci arrendiamo». Gli riferiscono le parole di Perrotta, ma non si scompone, anzi: «Ha ragione […] L´anno scorso c´era l´entusiasmo, la voglia di correre, di sacrificarsi, di ´non mollare mai´. Quest´anno c´è un po´ di meno. L´allenatore non può sapere tutto. Un tecnico osserva, sprona, ma fa quello che può.

Non c´è la continuità, abbiamo dei picchi ma poi ci arrestiamo. Se non hai la voglia di vivere ti uccidi. Con l´entusiasmo puoi fare tutto, senza invece nulla è possibile. Non voglio però togliere meriti al Napoli che ci è stato superiore. A momenti mi sembrava di rivedere la Roma dello scorso anno».
Arriva il solito momento di attrito con la stampa: «Non voglio scusanti: se le cose non funzionano è colpa anche mia. Sono colpevole anche se certe volte mi chiedo: ma voi eravate qui negli anni passati o no? La squadra questi cali di tensione li ha sempre avuti. Manca forse la scintilla che ci aveva fatto ripartire lo scorso anno. Forse serve cambiare tecnico (ironico) …anche se io ho lo stesso entusiasmo di sempre. Vorrei che l´avessero tutti». Duro, infine, il giudizio sullo sputo di Rosi: “Se il ragazzo ha sputato, si è reso protagonista di un gesto inqualificabile“.